I tre punti conquistati in casa dell’Unipomezia hanno rilanciato il Città Monte San Giovanni Campano in una posizione di classifica più tranquilla. Non era semplice portare a casa la vittoria ed i giallo-azzurri ci sono riusciti sfoderando una grande prova di squadra. Va detto che rispetto ad altre gare nelle quali i monticiani, pur giocando bene, avevano raccolto meno di quanto meritato, in questo caso si sono dimostrati cinici e più attenti nella fase di non possesso.
A decidere l’incontro sono stati Francesco Frioni e Giovanni Sili nella seconda parte di gara. Con lo stesso Frioni ci siamo soffermati sull’importanza del successo ottenuto: "La vittoria ottenuta in casa dell’Unipomezia la considero fondamentale per una serie di aspetti. In primis per la classifica e poi perché ci dà la consapevolezza delle nostre forze. Per chi giudica dall’esterno questa vittoria nemmeno se la immaginava ed invece per noi che lavoriamo tutti i giorni instancabilmente non è arrivata per caso. Finora abbiamo raccolto molto meno di quanto avremmo meritato ma il calcio è anche questo. In riferimento ad alcune sconfitte o pareggi ottenuti finora va detto che non si può parlare soltanto di sfortuna, sarebbe riduttivo, ma di una serie di fattori da migliorare. Con il successo di domenica scorsa speriamo di aver intrapreso la strada giusta che ci consenta di mettere in risalto i giusti valori di squadra. Dobbiamo dare continuità alla vittoria di Pomezia con altri successi indispensabili per migliorare la nostra posizione in classifica".  
Dopo l’infortunio di inizio stagione ed il rientro da grande giocatore qual è, ci spiega la sensazione provata dopo il gol realizzato a Pomezia? "Il mio primo pensiero è stato per tutte le persone che mi sono state accanto nei momenti difficili e devo dirle che quanto ho visto il pallone terminare in rete mi sono emozionato. Sono contento del gol realizzato, per la squadra e per me stesso. Ho fatto e sto facendo tanti sacrifici per questo sport che è la mia vita da sempre".
Domenica prossima al “San Marco” arriverà il San Cesareo ed è da questa sfida che si dovrà cercare la continuità di risultati. Giusto? "Indubbiamente sì. Il San Cesareo è una squadra molto giovane che dovremo affrontare nel modo giusto. La classifica parla di una compagine in difficoltà e spetterà a noi imporre il nostro gioco alla ricerca dei tre punti in palio. Grazie al successo ottenuto sull’Unipomezia scenderemo in campo più sereni, avendo maggiore consapevolezza nei mezzi a disposizione".