L’Arpino “forza sette” si sbarazza agevolmente dell’Aurora Vodice Sabaudia. Il team biancorosso, partito con il chiaro obiettivo di conquistare la salvezza, si ritrova a ridosso del gruppo di testa con tre punti di distacco dalla capolista Terracina, che l’Arpino ha fermato, due dallo Sporting Calcio Vodice ed uno dalle corazzate Città di Anagni ed Insieme Ausonia.
Un cammino regolare con l’unico passo falso in casa dell’Hermada. Il pronto riscatto di domenica scorsa, con il roboante sette a zero, ha messo a tacere le voci dei critici che non avevano fatto i conti con un gran conoscitore di calcio qual è mister Claudio Nanni e con un gruppo di giocatori pronti a stupire. I tifosi arpinati sperano di poter rivivere, e perché no migliorare, la favola dello scorso anno. Con l’atteggiamento messo in campo l’altro ieri nessun traguardo è precluso.
Sulla sfida vinta contro l’Aurora Vodice questo il pensiero di mister Nanni: «Dopo il brutto ko con l’Hermada, arrivato a causa di un rigore inesistente, mi aspettavo la reazione della squadra e questa si è avuta sin dalle prime battute. La rete del raddoppio ed il successivo calcio di rigore respinto dal nostro portiere Fiorini hanno di fatto indirizzato la sfida in nostro favore sino a dilagare. Ora testa alla prossima gara, da preparare al meglio».
L’obiettivo salvezza come va costruito? «Dobbiamo essere bravi a costruirlo gara dopo gara. Stiamo lavorando per questo sin dal ritiro e con l’attuale rosa considero l’Arpino competitivo nella corsa alla permanenza in Promozione. In estate abbiamo portato avanti un mercato calciatori oculato prendendo ottimi giocatori nel rapporto qualità/prezzo. Dovremo rimanere con i piedi a terra interpretando al meglio ogni gara».
Domenica farete visita allo Sporting Vodice. Come si preannuncia la sfida? «Insidiosa. I pontini ci precedono di due punti ed in questo primo scorcio di stagione si sono disimpegnati bene. Da parte nostra proveremo a dare continuità al gioco ed ai risultati».
Nella lotta al vertice quali sono le squadre da battere?  «Le corazzate del girone sono Terracina, Anagni e Ausonia senza dimenticare Sezze e Sporting Vodice. Da gennaio si saprà qualcosa in più nella lotta al vertice».
Prima di chiudere il proprio intervento, mister Claudio Nanni ha voluto ringraziare alcune persone della società: «Ci tengo a ringraziare il presidente Paolo Di Rienzo, Lucio D’Agostino, Alfonso Golino, Lucio Martino e Mario Battista che “dovendo modificare l’anca” tornerà più forte di prima con la protesi».