Ada Lucia De Cesaris, originaria di Guarcino, entra nel Cda dell'Eni. Un incarico prestigioso dopo la nomina ottenuta da parte del ministero del Tesoro. E per la terra di Ciociaria un nuovo ruolo di grandissimo rilievo, in una partecipata statale, dopo la nomina di Gianfranco Battisti, originario di Fiuggi, come amministratore delegato di Ferrovie dello Stato. Tornando alla società Eni confermato l'attuale amministratore delegato Claudio Descalzi mentre alla presidenza, al posto di Emma Marcegaglia arriverà Lucia Calvosa, docente di diritto commerciale, ex consigliere di Tim e nel cda del Fatto Quotidiano. Nel Cda e rinnovato consiglio entrano oltre ad Ada Lucia De Cesaris, Nathalie Tocci, Emanuele Piccinno e Filippo Giansante.

Il commento e la storia
Ovviamente saputa della notizia la De Cesaris ha commentato con un post sul suo profilo Facebook. "Sono molto onorata di essere stata scelta per il board di Eni, lavorerò con serietà e impegno. Oggi però voglio dedicare soprattutto un pensiero a mio padre, che proprio per ENI , negli anni 60, decise di cambiare il percorso e il futuro della nostra famiglia, credendo in un progetto innovativo e coraggioso per il Paese". E il ricordo del padre da parte di Lucia De Cesaris ha un motivo ben preciso visto che fu tra i fondatori della Cisl, ma soprattutto un manager pubblico importante dall'Eni di Mattei alla guida della Gepi e delle Ferrovie dello Stato. Un uomo tutto di un pezzo e che ha lasciato tra l'altro un grande ricordo nella sua Guarcino dove è stato sindaco per venti anni e tra i fautori dell'installazione della Cartiera. "Una grande figura del nostro Paese – ricorda l'attuale sindaco di Guarcino Urbano Restante saputa la notizia – come guarcinesi siamo orgogliosi di questa straordinaria e importante nomina in una società come l'Eni da parte di Ada Lucia De Cesaris che sappiamo ha mantenuto un legame con la sua terra d'origine dove ha mosso i suoi primi passi prima di intraprendere una illuminata carriera".

Il profilo
Da ricordare che Ada Lucia De Cesaris è un noto avvocato che ha avuto anche un prestigioso incarico incarico al Comune di Milano quando nel 2011 il sindaco di allora Giuliano Pisapia le affidò la responsabilità dello strategico assessorato all'urbanistica ed edilizia nominandola anche vice-sindaco. Un ruolo nel quale la De Cesaris ha dimostrato tutta la sua fermezza e intransigenza. Tornando all'incarico ottenuto all'Eni sicuramente un punto di arrivo di una carriera impressionante frutto di un curriculum invidiabile. Lucia De Cesaris ha conseguito la maturità classica col massimo dei voti, al Liceo Plauto di Spinaceto a Roma, si è laureata in Giurisprudenza con 110 e lode alla Sapienza. Ha svolto con profitto, con una borsa di studio, un master in Sviluppo economico presso l'Unioncamere. Presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza ha iniziato la sua collaborazione con il prof. Sabino Cassese alla terza cattedra di Diritto Amministrativo, proseguita poi per anni in studi e ricerche in particolar modo sui temi ambientali. E' entrata quindi a far parte del Comitato Scientifico e del Consiglio di Direzione della Rivista Giuridica dell'Ambiente, edita dalla Giuffrè.
Socia di uno studio legale, Ammlex - Amministrativisti Associati, è iscritta all'albo degli avvocati di Milano dal 1994 e all'albo dei cassazionisti dal 2006. È specializzata in Diritto amministrativo e Diritto Pubblico Comunitario, con particolare esperienza in appalti pubblici, project financing e infrastrutture, public utilities, tutela del paesaggio e dell'ambiente, energia, società partecipate, urbanistica e edilizia. E' stata presidente del Comitato dei Garanti del Comune di Milano. Già docente presso l'Università degli Studi dell'Insubria nella facoltà di Scienze Ambientali per l'insegnamento di Diritto Ambientale, ha svolto attività di ricerca per università ed enti di rilevanza nazionale e regionale in materia di ambiente ed energia. Ed ora questo nuovo incarico. Un vanto per lei, la Ciociaria e la sua Guarcino.