Anche Frosinone è in linea con il calo demografico generalizzato dell'Italia. Al 1º gennaio 2020 la popolazione residente nel capoluogo è scesa sotto 46.000 attestandosi a 45.827 unità.

Ad incidere maggiormente sono il saldo naturale, che registra un -179 (444 decessi contro 265 nascite) e, in maniera minore, il saldo migratorio che è di -113 (1.176 nuovi ingressi da altri comuni a fronte di un dato di cancellati 1.289 che tiene, però conto non solamente di chi è andato via, ma anche di coloro che sono stati cancellati per irreperibilità e per altri motivi, tant'è che la differenza nuovi ingressi e trasferiti è -30).

Frosinone chiama Italia, quindi. Il ricambio naturale della popolazione è sempre più compromesso. La popolazione italiana, in calo da cinque anni consecutivi, ha registrato un ulteriore riduzione pari al -1,9 per mille residenti nel 2019.