Lavori al civico 112 di via Napoli, dove si attende che nasca la scuola innovativa progettata da Renzo Piano, il cui ingresso sorgerà sul lato di via Giuseppe Parini, dove passerà anche la pista ciclabile. I cittadini più attenti stanno notando che in questi giorni la ditta sta rimuovendo i materiali prodotti dalla demolizione dell'ex mattatoio comunale.

Il sindaco Roberto De Donatis spiega che a breve verrà valutato con i tecnici se far restare in piedi le mura perimetrali dell'area mentre verrà costruita la scuola che porta la firma dell'archistar e senatore a vita oppure se verranno abbattute per realizzare una recinzione di cantiere che garantisca maggiore sicurezza. Se la scelta sarà questa, l'ultimo atto sarà proprio la demolizione del muro perimetrale del vecchio mattatoio, al cui interno sorgerà la nuova scuola.

Il primo cittadino si dice entusiasta dell'avanzamento dei lavori e svela come cambierà la qualità urbana di via Napoli. «Ci è stato consegnato, dal Dipartimento di Casa Italia, il progetto definitivo dei lavori della cosiddetta "caset ta", l'edificio residenziale a margine del lotto dell'ex mattatoio, dove sorgerà la scuola innovativa dell'architetto Renzo Piano e del suo gruppo G124. È un progetto veramente straordinario, di grande impatto anche quello della casa che viene migliorata notevolmente sotto l'aspetto sismico ed energetico. Un edificio ad emissione zero, autosufficiente dal punto di vista energetico grazie a un tetto leggero, fotovoltaico che oltre ad essere la copertura dell'edificio residenziale diventa anche la copertura tecnologica del portale d'ingresso della scuola e del volume tecnico che contiene, al suo interno, il cuore degli impianti della scuola stessa. Grande è la soddisfazione perché migliora non solo la qualità urbana e la performance dell'edifico, ma anche l'immagine nella nostra città, soprattutto nell'asse d'ingresso più importante che è via Napoli».

Quanto ai tempi, De Donatis ipotizza il mese di settembre per iniziare i lavori.
«Il progetto esecutivo della scuola sarà pronto ad aprile assicura e contestualmente si potrà partire con le procedure di gara per l'affidamento delle opere».