La determinazione, la grinta, il suo sorriso, e i suoi occhi da cui è possibile scrutare tutto l'entusiasmo e la passione per il mondo della recitazione. È ancora una bambina ma con le idee già chiare e segni particolari che la contraddistinguono fin dalla tenera età: una ragazzina loquace, che ama recitare.
Ha 8 anni Giovanna Marchetti e in questi giorni la vediamo interpretare il ruolo di Sara nel film "Il primo Natale" di Ficarra e Picone. Giovanna, nata a Frosinone il 23 febbraio 2011, vive con la sua meravigliosa famiglia a Maenza, in provincia di Latina. Orgogliosi di lei papà Stefano, mamma Rita e il fratellino Mario. Frequenta la classe terza della scuola Leone XIII, pratica equitazione e nel tempo libero si dedica al collage e alla lettura. Frequenta la scuola di recitazione d'arte cinematografica per bambini e ragazzi a Frosinone, Andrey Maslenkin. E proprio in provincia di Frosinone, nei comuni di Arpino e Sora, sono state girate, tra l'altro, alcune scene del film di Ficarra e Picone che dal 12 dicembre è nelle sale cinematografiche. A raccontarci la sua passione e le emozioni vissute è proprio la piccola Giovanna.

Come nasce la tua passione per il cinema?
«Sin dall'età di due anni ero una bambina molto chiacchierina, cantavo, inventavo scene parlando al telefono e così la mia pediatra consigliò ai miei genitori di iscrivermi a una scuola di recitazione per minori e da lì intrapresi questo percorso facendo il primo casting a soli 3 anni per il film di Aneddoti Kids con i maestri Andrey e Marlena. Successivamente ho registrato un piccolo monologo inviandolo all'agenzia Studio Emme. E così ho fatto i provini e sono stata scelta. Ho avuto la possibilità in questo modo di partecipare ai vari casting».

Come inizia il tuo percorso di preparazione?
«Il mio percorso di preparazione è iniziato con l'improvvisazione di scena e man mano ho sviluppato le varie tecniche di recitazione interagendo così con il pubblico immaginario e vero».

Ancora piccolina ma già sul grande schermo. Raccontaci come sei stata scelta...
«Come già detto sono stata convocata tramite modalità casting poiché rientravo tra i requisiti richiesti per poter partecipare, e dopo varie selezioni sono stata scelta per questo film.
Tutto questo grazie all'agenzia studio Emme di Roma e alla mia agente Sara Martinelli, che hanno sempre creduto in me dandomi la possibilità di essere inserita nella loro agenzia».

Nel film "Il primo Natale" sei Sara. Cosa ha Giovanna in comune con Sara?
«Con il personaggio che interpreto, quindi con Sara, ho in comune la simpatia, la sua semplicità, ma anche il suo modo di adattarsi alle diverse situazioni della vita».

Che emozioni hai provato a recitare accanto a due attori come Ficarra e Picone?
«Recitare con loro è stato molto emozionante e nello stesso tempo molto divertente. Le emozioni che ho provato non riesco a spiegarle a parole perché sono state molto forti e le ho vissute insieme a loro giorno dopo giorno sul set, ma posso dirvi che sono state tutte emozioni positive e sicuramente con loro non ho mai provato la tristezza ma tanta gioia e interesse per quello che stavo facendo».

Ti sei divertita a recitare con loro dunque? E dietro le quinte che aria si respirava?
«Mi sono divertita molto a recitare al loro fianco ed è stata per me veramente una grande esperienza e una meravigliosa opportunità perché Ficarra e Picone sono delle persone davvero speciali e non gli manca mai il sorriso sulle labbra. Questa è la cosa che ammiro di più di loro due, e mi piace tanto. Anche nella realtà di tutti i giorni sono come li vediamo sul grande schermo o in tivù. Dietro le quinte si respirava un'aria magica fatta di sorrisi, scherzi e molta allegria, del resto con loro due non poteva essere diversamente».

Chi diverte di più tra Ficarra e Picone?
«Entrambi, sono molto simpatici e divertenti».

Il complimento più bello che porti nel tuo cuore?
«Di complimenti posso dire di averne ricevuti davvero tanti e di questo sono molto felice, ma quello che porto nel cuore è la loro ammirazione e la fiducia che Ficarra e Picone hanno dimostrato nei miei riguardi, augurandomi un futuro magico fatto di tanta felicità».

Progetti futuri?
«Per ora sto vivendo il presente, ma se penso ai progetti futuri spero di averne tanti altri e di continuare a realizzare il mio sogno».

Il tuo sogno nel cassetto?
«Il sogno è quello di poter diventare un'attrice-regista»