Tornata la settimana internazionale contro la violenza sulle donne, è tornato anche il tanto atteso evento dall'associazione "Sos Donna". Una cerimonia di spicco quella di venerdì scorso, giunta alla sua quarta edizione, durante la quale come ogni anno sono state premiate eccellenze femminili "straordinariamente normali" come tengono a definirle dall'associazione nei più svariati ambiti di loro competenza.

L'intento, è di prevenire e sensibilizzare la comunità rispetto alla differenza di genere che fin troppo spesso, purtroppo, sfocia poi nella violenza e, per questo motivo, i volontari di Sos Donna sono costantemente impegnati con particolare attenzione alle fasce più giovani. Sono state, infatti, in totale dieci le donne premiate perché protagoniste della loro vita e del loro percorso personale; ma non è un caso se la motivazione che ha portato a una delle premiazioni sia stata proprio "all'infanzia protetta e culturalmente impegnata. A tutte le piccole donne che si spendono in attività artistiche a favore dell'educazione, della cultura e della valorizzazione del territorio. A chi con sacrificio e impegno diventa vincitore nella danza e nella vita".

Quest'anno ad aprire le danze, in tutti i sensi, è stata proprio la piccola Martina Alviani, pluricampionessa che, a soli 8 anni, si è magistralmente esibita in una danza caraibica, nell'elegante cornice del Salone delle Rondinelle del Castello Boncompagni Viscogliosi a Isola del Liri. Sono seguite, poi, le premiazioni di Cristina Pagliarosi, Sara Turriziani, Nicolina Di Carlo, Pancrazia Di Benedetto, Natascia e Raffaella del duo Gazzana, Chiara Mezzone, Paola D'Orazio e Ilaria Tersigni. Straordinari esempi che tutte le donne potrebbero rivestire nella società.