Secondo il sistema assicurativo bonus/malus in caso di incidente stradale l'automobilista responsabile del sinistro vedrà peggiorare di due punti la propria classe di merito con conseguente rincaro del costo dell'Rc auto. Ma quanto aumenta il premio dell'assicurazione in casi come questo? Alla domanda ha cercato di dare risposta Facile.it che, analizzando un campione di oltre 14.000 preventivi raccolti nel primo trimestre dell'anno, ha scoperto come, a parità di profilo, le tariffe assicurative possano addirittura raddoppiare e i rincari variare notevolmente da provincia a provincia.

Per calcolare la variazione dei prezzi Facile.it ha preso come riferimento un campione di automobilisti in prima classe di merito che, a seguito di un sinistro con colpa, sono passati in terza classe con relativo aumento della migliore offerta media disponibile online (le quotazioni sono state calcolate con i seguenti parametri: preventivi effettuati tramite il sito Facile.it nel periodo 1 gennaio-31 marzo 2019, automobilista in prima classe di merito passato in terza a seguito di un sinistro con colpa, età media 40 anni, valore medio del veicolo 10.000 euro, uomo, senza guida esclusiva).

Dall'analisi è emerso che la provincia dove un sinistro con colpa "costa di più" è quella di Salerno. Qui per un automobilista in prima classe di merito responsabile di un incidente la media del miglior prezzo disponibile una volta scivolato in terza classe aumenta del 98,6% e, alla stipula di un nuovo contratto, dovrà sborsare 462 euro in più. Al secondo posto si posiziona Napoli (76,1%; 442 euro).
Seguono Prato (75,8%; 454 euro), Caserta (70,3%; 419 euro) e Palermo (63,6%; 241 euro).

E Frosinone? È nella top ten (nono posto). In Ciociaria un automobilista in prima classe di merito responsabile di un sinistro deve fare i conti con un aumento medio del 56,6%, pari a 173 euro.
Mentre le province con i rincari minori sono Firenze (18,8%; 69 euro), Venezia (20,9%; 58 euro) e Bologna (22,3%; 68 euro).