Cambio ai vertici del dell'Aipes, il consorzio dei ventisette Comuni della Media Valle del Liri nato per attuare politiche comuni di gestione dei servizi sociali. È il sindaco di Sora Roberto De Donatis il nuovo presidente mentre Duilio Martini, primo cittadino di Alvito, è il vice. Nel consiglio d'amministrazione entrano Fausto Baratta, Michele Ciardi, Gianluca Venditti, Mario Lecce, Teresa Mazzola, Domenica Gizzi, Giuseppe Fortuna, Gino D'Ambrosio e Giuliana Ciecio.

Non sono tardati ad arrivare gli auguri del presidente della comunità montana Valle del Liri Gianluca Quadrini: «Esprimo il mio apprezzamento per l'operato del presidente uscente Sergio Cippitelli e del precedente consiglio e formulo i migliori auguri di buon lavoro al nuovo direttivo, ai sindaci De Donatis e Martini».

Le votazioni per il rinnovo delle cariche si sono svolte lunedì pomeriggio nella sede dell'Aipes, in via D'Annunzio a Sora. Il neo presidente De Donatis si è detto commosso per aver ricevuto, all'unanimità, il voto dei colleghi che ringrazia per la fiducia, spiegando che l'incarico per lui è «motivo di grande soddisfazione e allo stesso tempo di ulteriore senso di responsabilità.
Il consorzio Aipes da anni svolge un'attività importante nel campo dell'assistenza alle fasce più disagiate della popolazione». E si è messo subito al lavoro: «Come prima iniziativa abbiamo riflettuto con i colleghi sindaci sulla necessità di conferire con il nuovo direttore generale della Asl, appena insediato, per ottimizzare i servizi attraverso uno scambio di informazioni continuo».

Il sindaco De Donatis ne approfitta per intervenire sul taglio dei fondi per l'assistenza specialistica scolastica dopo l'attacco sferrato nei confronti della sua amministrazione dall'ex assessore Andrea Petricca. «Rispetto allo scorso anno -sottolinea il sindaco De Donatis- è stata stanziata una cifra di soli cinquemila euro in meno e nulla vieta a questa amministrazione, dopo le opportune valutazioni, di considerare, nei vari assestamenti di bilancio che si fanno, di implementare eventualmente il servizio in questione».