Sono 896.173 le domande di reddito e pensione di cittadinanza accolte nel mese di luglio in Italia. Di queste 8.708 in provincia di Frosinone. L'Inps snocciola i dati del provvedimento dell'ormai ex governo Movimento Cinque Stelle-Lega che si pone l'obiettivo di sostenere le famiglie in difficoltà e di trovare prima o nuova occupazione alle persone. Una misura da numeri importanti. Ma anche da punti interrogativi. A partire da quello riguardante il percorso dei navigator, le figure individuate per supportare i centri per l'impiego nell'individuazione del percorso di ricollocazione.

Ad alimentare le perplessità e le preoccupazioni sul tema anche lo scenario incerto a livello politico in Italia. Tra le controindicazioni, invece, c'è quella che riguarda i cosiddetti "furbetti" del reddito di cittadinanza. Tempi duri in vista per loro in virtù dei controlli sull'intero territorio. Tornando sui numeri, relativamente alle domande respinte, prendendo sempre come riferimento i dati forniti dall'Inps (alla data del 15 luglio), sono state complessivamente 506.005: 1.401.225 quelle presentate, mentre 895.220 quelle accolte.

Le verifiche
L'attenzione, da parte della Guardia di Finanza, è alta. Così come aveva sottolineato, già lo scorso mese, il comandante provinciale di Frosinone Alessandro Gallozzi.
«Stiamo facendo controlli su coloro che hanno presentato la dichiarazione per accedere al reddito di cittadinanza e stiamo incrociando tutta la documentazione con le banche dati.
E parallelamente, quando andiamo a fare controlli in materia di scontrini e ricevute, facciamo anche queste verifiche sui lavoratori presenti nei locali. C'è il rischio in futuro di trovare soggetti che percepiscono il reddito di cittadinanza e alla stesso tempo stanno lavorando, ovviamente in nero».
A livello nazionale, così come spiega ItaliaOggi, «L'Inps ha trasmesso alle Fiamme Gialle una maxi-lista di 600.000 nomi di chi ha richiesto il beneficio» ed evidenzia, altresì, alcuni altri numeri, riferendosi sempre a dati Inps: «al 31 luglio su 1.491.935 di domande presentate, 400.000 sono state respinte dalla stessa Inps e 170.000 sono sospese per ulteriore istruttoria. Dunque -spiega nell'articolo- rimangono 921.000 percettori e, di questi, 600.000 (il 65% del totale) sarà oggetto di analisi di rischio da parte della Guardia di Finanza per essere sottoposto a controlli».

Frosinone e provincia
Quali sono i numeri del reddito di cittadinanza in Ciociaria? L'ultima mappa disponibile è quella del 5 agosto e la disegna l'Inps con le domande (reddito e pensione) accolte a luglio.
In Italia, come detto in apertura, sono 896.173. Di queste 8.708 relative alla provincia di Frosinone. Ed è proprio il capoluogo con 1.001 domande accolte ad avere il numero più alto. Seguito, nell'ordine, da Cassino (755) e Sora (501). A seguire Ceccano (415), Alatri (376) e Ferentino (343). Scorrendo ancora la classifica, rimanendo al di sopra delle duecento domande accolte, troviamo Ferentino (310), Veroli (258), Fiuggi (226) e Isola del Liri (202). Sopra le cento richieste che hanno ricevuto parere favorevole ci sono i comuni di Monte San Giovanni Campano (195), Ceprano (182), Boville Ernica (162), Cervaro (157), Piedimonte San Germano (155), Supino (150), Roccasecca (145), Sant'Elia Fiumerapido (122), Aquino (120) e Paliano (119).
Numeri bassi, ovviamente, per i piccoli centri: da San Biagio Saracinisco e Terelle (5) a Filettino (6), passando per Belmonte Castello (8). E, ancora, Vicalvi, Posta Fibreno e Castelnuovo Parano (10).

La panoramica
Delle quasi 900.000 domande accolte, 9.260 in provincia di Latina con il capoluogo che supera quota duemila: 2.171 per la precisione. Latina è seguita da Aprilia (1.378), Fondi (675) e Terracina (646). Oltre cinquecento pareri favorevoli anche per Formia (532) e Cisterna di Latina (512). Dalla parte opposta della speciale graduatoria ci sono, invece, Campodimele (5), Ventotene (8), Rocca Massima (11) e Prossedi (13). Per quel che concerne il resto dello Stivale, in conclusione, invece, a guidare la classifica delle città che hanno ricevuto il maggior numero di risposte positive c'è Napoli con 36.399 domande accolte. Il capoluogo della Campania precede Roma (32.905) e Palermo (26.114). Sotto quota ventimila le big del Settentrione Milano (16.699) e Torino (16.873).