Non si può certamente parlare di flop, ma l'esordio di sabato scorso dell'isola pedonale in via Moro e al centro storico non è stato certamente di quelli da ricordare. Presenze non tantissime, anche se l'esperimento è stato molto apprezzato. Le attenuanti sono, tuttavia, tante: il periodo di ferie con la città semivuota e i negozi chiusi per la massima parte per ferie, il grande caldo e la "concorrenza" del parco Matusa con gli eventi in programma e la possibilità, soprattutto per i più piccoli di poter usufruire di spazi più adatti per il gioco. Comunque, chi ha deciso di passeggiare per la principale strada della parte bassa della città e a Frosinone alta ha gradito la possibilità di poter camminare in tranquillità senza la paura di essere travolto da un macchina e ha apprezzato l'opportunità di riappropriarsi di quegli spazi urbani che quotidianamente vengono, invece, fagocitati dal traffico e sottratti a una qualità della vita migliore. La linea comunque è tracciata e indietro non si torna, tanto che per il futuro le isole pedonali saranno ampliate in un'ottica di ripensamento della vivibilità della città voluta dall'amministrazione Ottaviani.

Un'operazione, prima di tutto, culturale; un'operazione di vivibilità per i cittadini che possono finalmente tornare a camminare serenamente con i propri figli per le strade della città senza preoccuparsi del traffico. È una riappropriazione civile degli spazi del centro da parte di chi lo abita.
Con indubbi vantaggi: livelli molto bassi dell'utilizzo dell'auto mobile, con conseguente riduzione di traffico sulle strade circostanti; elevato numero di persone circolanti a piedi o in bicicletta; tra i bambini, più libertà di movimento indipendente e giochi motori; meno superficie occupata da parcheggi con conseguente aumento di disponibilità per spazi sociali; minori emissioni di inquinanti in atmosfera; ridotto tasso di incidenti stradali; migliori condizioni dell'ambiente costruito; incoraggiamento dell'attività motoria.

La giunta Ottaviani, tra l'altro, nell'ultima seduta, ha deliberato la creazione di un'isola pedonale di due chilometri, in via sperimentale, che possa consentire il collegamento di Via Aldo Moro con Piazzale Vittorio Veneto fino a Largo Turriziani, anche attraverso l'utilizzo dell'ascensore inclinato. È intenzione dell'amministrazione, infatti, adottare il progetto "A passeggio per due chilometri – da Piazzale Vittorio Veneto a Piazzale De Matthaeis" dal 16 settembre 2019 al 31 marzo 2020 con possibilità di proroga. L'iniziativa rientra nell'ambito degli interventi messi in atto per migliorare la qualità dell'aria e promuovere non solo abitudini maggiormente ecosostenibili, ma anche tesi a valorizzare il territorio e ogni iniziativa di aggregazione e coesione sociale.

Ferme restando le indicazioni contenute nella delibera di giunta 327 con l'istituzione, in via sperimentale, delle isole pedonali nella parte alta e bassa della città,valide fino al 15 settembre, il progetto "A passeggio per due chilometri –da Piazzale Vittorio Veneto a Piazzale De Matthaeis" prevede, per il centro storico (da Piazzale Vittorio Veneto a Largo Turriziani compreso), la pedonalizzazione nella giornata di sabato dalle 16 alle 20 e nella giornata di domenica dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 20, appunto dal 16 settembre 2019 al 31 marzo 2020.
Per quanto riguarda via Aldo Moro (dall'intersezione con Via Francesco Veccia fino a Piazzale De Matthaeis),l'area pedonale sarà attivata nella giornata di sabato dalle 16 alle 20 e nella giornata di domenica dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 20, con esclusione dei residenti, il cui accesso sarà garantito, nell'area di via Aldo Moro, da via Po, sempre dal 16 settembre 2019 al 31 marzo 2020.

I residenti di via Aldo Moro, intestatari del mezzo, potranno anche rivolgersi al comando della Polizia locale, sito in piazzale Europa (quartiere Selva Piana), muniti di fotocopia del libretto auto, per fare richiesta dell'apposito contrassegno. L'ufficio preposto al rilascio del bollino identificativo per i residenti è aperto al pubblico il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9.30 alle 12.30. La modulistica per poter richiedere l'accesso in  deroga all'ordinanza relativa alla istituzione delle isole pedonali in Via Aldo Moro, è disponibile anche sul sito istituzionale, www.comune.frosinone.it. Il modulo, debitamente compilato, dovrà essere presentato al protocollo generale dell'ente, in piazza VI dicembre, per costituire titolo di accesso in deroga.