Dove si svolgerà il Lazio Pride 2019? Il comitato promotore ha individuato in Latina, Ostia e Frosinone (il capoluogo ciociaro è risultato primo nel contest social) le tre possibili opzioni per ospitare la manifestazione che si pone l'obiettivo di sensibilizzare sulle tematiche lgbt+ (lesbische, gay, bisessuali e transgender). Ma, adesso, l'idea è quella di svolgere, in ognuno di questi centri, l'evento. Individuate già le possibili date. Così come spiega il comitato Lazio Pride.

«In occasione dei cinquant'anni di Stonewall -annunciano- si proverà a realizzare tre Pride. Le città finaliste, infatti, potranno ospitare il proprio Pride. Aprirà Latina il 18 maggio, in occasione della settimana mondiale contro l'omofobia. Seguirà Frosinone, il 22 giugno, forte della pressione della città espressa sui social network e chiuderà Ostia il 20 luglio, riproponendo la seconda edizione del Summer Pride laziale sul mare». Ostia e Latina hanno già ospitato in passato il Lazio Pride. Per Frosinone, invece, sarebbe la prima volta.

«Le tre date saranno confermate tra un mese solo se la raccolta fondi per realizzare i tre Pride andrà a buon fine. Tutti -spiegano ancora dal comitato- potranno sostenere il proprio Pride preferito tramite la piattaforma di donazioni denominata "buonacausa" indicando nella causale la città che si vuole sostenere (piattaforma donazione: https://buonacausa.org/cause/laziopride2019). Inoltre, sarà possibile sostenere il Pride preferito su Instagram, Twitter e Facebook postando il link della raccolta fondi, seguito dal nome del luogo che si intende sostenere e l'hasthag #laziopride, fondamentale per poter valutare l'impegno nella diffusione del sostegno».
Il prossimo mese, concludono sempre dal Lazio Pride, «il comitato sceglierà se confermare i tre Pride o realizzarne solo uno, valutando le donazioni ricevute e la diffusione della piattaforma "buonacausa"».