Al via il nuovo Piano Triennale Ater per l'edilizia residenziale pubblica a Roma, nel segno della sostenibilità ambientale e senza nessun consumo di suolo. Il piano prevede 708 nuove soluzioni abitative ad alta efficienza energetica (con nuovi alloggi anche nell'edificio Ater di via Bembo) e tre bandi per sostenere lo sviluppo economico e sociale nelle periferie, mettendo a disposizione di botteghe artigiane, startup e associazioni 152 locali a canone agevolato.

«Oltre 68 milioni e più di 700 alloggi popolari sono un segnale importante per affrontare il problema dell'emergenza abitativa a Roma -ha dichiarato il presidente Nicola Zingaretti- Oggi abbiamo voluto dimostrare come si può essere davvero vicini ai problemi dei cittadini, affrontando con i fatti e non con le parole il tema del fabbisogno abitativo. Il piano triennale dell'Ater di edilizia residenziale pubblica presentato dalla Regione Lazio coinvolge infatti migliaia di persone che da anni sono in attesa di una sistemazione. Inoltre, dal punto di vista ambientale questo grande investimento non comporterà il consumo di nuovo suolo. Sono previsti, infatti, interventi su edifici incompiuti nel rispetto delle normative di tutela ambientale ed energetiche. Durante la consegna dei 18 nuovi alloggi a Primavalle, abbiamo avuto modo di annunciare infine tre nuovi bandi per rendere disponibili 152 locali, non residenziali e quasi tutti ubicati in periferia, che vogliamo destinare a startup di giovani, alle associazioni e alle botteghe artigiane».