Il piromane seriale colpisce ancora, a fuoco l'area sottostante il Convitto Principe di Piemonte. Verso le 16 di ieri una signora, residente della rampa d'innesto in via Consolazione, avendo avvistato un colonna di fumo, ha telefonato ai carabinieri ed ai vigili del fuoco. Le macchine dei pompieri sono giunte in breve tempo, mentre un anziano residente, carabiniere in quiescenza, ha tentato col tubo dell'acqua per il giardino di smorzare l'impeto delle fiamme. Pare che la situazione, ad evidente rischio d'incendio, fosse stata segnalata più volte, ma che non sarebbe stato dato seguito a quanto previsto dall'ordinanza sindacale: se chi ne ha l'obbligo non provvede alla eliminazione del pericolo, ci pensa il comune addebitandogliene i costi. L'area interessata dall'incendio confina in basso con le palazzine edificate in edilizia convenzionata, nella parte superiore con la provinciale Cerere Navicella e quindi il maestoso Convitto Principe di Piemonte. Nei giorni scorsi c'è stato nei pressi un principio d'incendio. Il sospetto che si tratti di un serial piromane è piuttosto concreto.