È stato uno dei luoghi più colpiti dalla furia del vento. In queste ore si lavora alacremente alla sistemazione del luogo sacro del civico cimitero. Numerosi i danni che sono stati causati nei giorni
scorsi e che ancora sono ben visibili. Le guaine che rivestono le cappelle ed alcuni monumenti sono state divelte, tombe e lapidi completamente distrutte, così come il danneggiamento dell'impianto elettrico generale e quello inerente le luci votive. Danni che sicuramente superano i 20mila euro.

Il consigliere comunale con delega ai servizi cimiteriali Romano Giansanti si scusa con la popolazione per quanto accaduto, e ha intenzione di rimborsare o di non far pagare le utenze danneggiate relative alla "Lux perpetua". Operai e tecnici comunali, personale dipendente della cooperativa Trascoop non si stanno proprio risparmiando per cercare di ridare il giusto decoro. Ci vorranno ancora settimane affinché tutto torni alla normalità. All'opera gli uffici comunali, con il Servizio ambiente e lavori pubblici.
Nel frattempo si registra un nuovo atto vandalico. Ancora una volta è stato preso di mira il furgoncino parcheggiato a ridosso dei nuovi uffici comunali del cimitero. I vandali hanno sfondato il parabrezza con un grosso forato. Un gesto vergognoso che ancora una volta si verifica nel luogo sacro e che colpisce un mezzo degli addetti al cimitero. Intanto restando sul fronte maltempo dal comune ricordano che presso le due isole ecologiche sono stati predisposti dei container per la raccolta, da parte dei privati, di materiale vario. Perchè a distanza di giorni numeroso materiale ancora si trova lungo le strade e c'è quindi questa possibilità anche se alcuni cittadini cheidono di organizzare delle giornate ecologiche nelle varie zone per consetire la raccolta di questi materiali.