Sos palazzetto dello sport a Ferentino. La struttura ricoperta in legno lamellare ha bisogno di interventi urgenti. La copertura della struttura sportiva comunale situata nel quartiere Pontegrande, in più punti è aperta e in caso di pioggia la situazione potrebbe peggiorare.
Il vento degli ultimi giorni ha sollevato il rivestimento isolante, lasciando scoperta la copertura in legno che in alcuni tratti è addirittura saltata. Se non s'interverrà prima della prossima pioggia, l'acqua finirà sul parquet e non soltanto, con il serio rischio di allagamento e il conseguente danneggiamento della struttura comunale costata fior di quattrini. Non è dato di sapere se il Comune sia al corrente della situazione attuale.
Dopo la cessione del titolo di serie A2 del campionato di pallacanestro passato da Ferentino a Cagliari (il 28 giugno 2017 il titolo sportivo di serie A2 è stato ceduto a Cagliari Dinamo Academy e il team amaranto è ripartito dal campionato di Promozione laziale), con la locale società di basket che aveva in concessione la struttura di cui è proprietario il Comune di Ferentino, oggi in città in tanti si chiedono chi gestisca il palasport di Ferentino. Ebbene facendo riferimento a una delibera di giunta comunale del 6 dicembre 2018, si evince la presa d'atto della gestione e l'utilizzo del palazzetto dello sport a favore della Ssd Basket Ferentino 1977 Srl (nuova società sportiva): «A fronte della verifica dei requisiti di ordine generale in capo alla medesima e traslatio della convenzione in corso senza soluzione di continuità» si legge nella disposizione comunale.
Per quanto riguarda le modalità di utilizzo del palazzetto, la società Ssd Basket Ferentino 1977 dovrà fare riferimento ai contenuti della convenzione e agli obblighi e doveri in essa contenuti. È presumibile che la manutenzione ordinaria spetti alla società sportiva, mentre quella straordinaria tocchi al Comune. Se così confermato ci auguriamo che l'ente intervenga con urgenza, per scongiurare ulteriori danni al palazzetto dello sport da conservare nel modo più assoluto, stante anche la carenza di strutture sportive.