Dieci carri sfileranno domenica tra le vie di Sant'Angelo in Villa e Giglio. Ogni anno non delude le aspettative, perché è un evento che è atteso da grandi e bambini. Tutti con la voglia di trascorrere un pomeriggio di festa, divertimento, spensieratezza.
Di cosa parliamo? Del carnevale verolano, giunto quest'anno alla trentottesima edizione e organizzato dall'associazione Rugantino. La sfilata dei carri allegorici si terrà domenica. Ma come tradizione vuole, il giorno precedente, sabato, si terrà la festa dei bambini in maschera.
Tante le persone che ogni anno raggiungono Sant'Angelo in Villa e Giglio per partecipare a uno degli eventi più rinomati nel territorio della città ernica. I carri sono sempre uno più bello e caratteristico dell'altro. E non mancheranno, sicuramente neanche in questa edizione, bambini ma anche giovani e adulti in maschera, che renderanno ancora più colorato e speciale l'appuntamento.
I carri saranno dieci: uno arriverà da Strangolagalli, tre da Ripi, uno da Monte San Giovanni Campano (dalla frazione de La Lucca), uno da Alatri, due da Sant'Anna di Veroli, uno rappresentato dalla scuola media e un altro dalla primaria del Giglio. Non mancheranno alunni di altre scuole del territorio e anche del nido del Giglio e Colleciaffone che mascherati accompagneranno i carri. E ci saranno inoltre gruppi folk, la banda musicale Città di Amaseno, gli sbandieratori dei Rioni di Cori, la Street band Caserta e la Bateria Sambarato. Una apposita giuria decreterà il carro vincitore della sfilata dell'edizione numero trentotto del 2019.  Appuntamento anche con la ventisettesima edizione del trofeo "Armando Igliozzi".