Erano anni che non vedevamo un sorriso stampato sulla bocca degli operatori economici locali con una luce diversa nei loro occhi fatta di rinnovata speranza. Questi gli effetti della recente acquisizione del Grand Hotel Palazzo della Fonte da parte del Gruppo Forte Village.
La domanda che però ti senti ripetere un minuto dopo in queste ore è : «A quanto la fase due con la gara per la privatizzazione di Atf? (terme, imbottigliamento e campo da golf».
Qui la questione si fa un po' più seria e complicata. Perché per il Grand Hotel l'operazione è stata possibile avendo a disposizione tutti gli elementi necessari; una procedura in tribunale, un gruppo leader nel settore alberghiero ed uno studio legale di primissimo livello. La partita se la sono giocata e l'hanno vinta. Loro e loro da soli, salvo poi dover assistere alla corsa nel salire sul carro dei vincitori.
Vicenda Acqua e Terme
Per Atf toccherà invece relazionarsi con la politica fiuggina che se riferita al recente passato allora vengono i brividi al solo nominarla, però questo è. Quindi dopo aver incrociato le dita altro non possiamo fare che limitarci alle dichiarazioni ufficiali che giungono da tutti i gruppi politici, prima, durante e dopo la campagna elettorale: «Privatizzare e subito», così come anche ribadito lunedì scorso dal sindaco Alioska Baccarini durante il consiglio di maggioranza.
Siamo innanzi ad una azienda pubblica e quindi oltre le volontà e le capacità della politica locale toccherà fare i conti con la burocrazia, quest'ultima che nel comune di Fiuggi abbonda in forma smisurata. Perché se entri li dentro con un problema stai pur sicuro che ne esci con dieci. Comunque speriamo bene. I tempi sono quelli necessari al bando di gara pubblico, più veloci se lo indici subito. Il resto lo farà il mercato. Quello che invece deve essere assolutamente evitato è lasciarsi ammaliare dal canto delle sirene. Perché di avventurieri Fiuggi negli ultimi anni ne ha visti sin troppi. Cinesi, russi, coreani, fondi d'investimento di ogni sorta ed arabi pronti a barattare cammelli ed oro in cambio di acqua minerale. Un film visto decine di volte. Se poi a questo aggiungi viaggi a Bruxelles, in Cina, negli Emirati Arabi, allora ti rendi conto che l'unico che urge veramente è un viaggio a Lourdes.