Ventinove sacche di sangue raccolte domenica mattina a Trevi nel Lazio in Piazza IV Novembre.

Soddisfatti i vertici del gruppo Avis del paese simbruino che raccolgono i frutti della proficua opera di sensibilizzazione soprattutto tra i giovani che malgrado la paura e la diffidenza aumentano donazione dopo donazione. Ormai sono quattro le donazioni che l'associazione organizza a Trevi che fanno oltre cento sacche l'anno considerando anche coloro che, per vari motivi, si recano direttamente presso il centro trasfusionale dell'ospedale di Frosinone. Naturalmente tutto è reso possibile grazie alla disponibilità della Regione Lazio nel mettere a disposizione l'autoemoteca e all'ospedale di Frosinone che garantisce l'equipe medica.

Una splendida realtà che, da tanti anni, "dona" moltissime sacche di sangue all'ospedale del capoluogo. Sicuramente si può fare di più ma i componenti del direttivo dell'Avis Trevi con il loro impegno riusciranno a migliorarsi come del resto accade ogni anno: bravi!