La Banca Popolare del Frusinate ha aderito al programma per la realizzazione della Ciclovia del Basso Lazio, tracciato EuroVelo 5-Via Romea-Via Francigena, coordinato dalla Camera di Commercio di Frosinone, quale cerniera italiana ed europea per la mobilità sostenibile.

Il Consiglio di Amministrazione della Banca, aderendo al programma, ha infatti così disposto di sostenere l'attuazione del percorso ciclo-turistico di oltre 400 km. da includere nel Sistema delle Ciclovie Nazionali.

"Una scelta coerente con la nostra stessa mission di Banca locale" - ci ha dichiarato il Presidente della Banca Popolare del Frusinate Domenico Polselli - "proprio per attuare, così, un progetto di mobilità sostenibile sul territorio a tutto vantaggio della sua gente e degli operatori locali. Un progetto di mobilità sostenibile che sarà fatto di cicloturismo, ma che potrà anche vedere la realizzazione e valorizzazione di percorsi quali i il cammino di San Benedetto, la via Francigena, le antiche vie romane e di altri antichi tracciati naturalistici, storici e culturali".

Naturalmente con l'attivazione di questa Ciclovia del Basso Lazio, offrendo così la possibilità di muoversi a piedi o in bicicletta verrà data una più ampia visibilità su tutto il territorio. In particolare ai suoi paesaggi, ai suoi borghi, ai suoi monumenti storici, alle Abbazie e ad altri luoghi religiosi, alle tradizioni culinarie, ai mestieri e alle arti espressi in questa nostra provincia, proprio al fine di creare un circuito virtuoso di valorizzazione di questo patrimonio e di questi tesori, per attrarre nuovi visitatori con evidenti ricadute positive.

"Un progetto per questa terra, per l'economia e per il lavoro sostenibile" - ha aggiunto l'Amministratore Delegato della Banca Rinaldo Scaccia - "perché con la realizzazione di questa Ciclovia potranno essere favorite nuove iniziative infrastrutturali ed economiche e il nostro istituto, capillarmente presente sul territorio, potrà essere di sostegno e di assistenza per operatori e famiglie".