In Italia il fatturato per vendita ed accessori da biciclette supera i sei miliardi annui, il dato scorporato relativo ai soli spostamenti su due ruote vale poco più di tre miliardi di euro. I numeri della "bike economy" sono impressionanti ed in costante crescita.

Di questo si è parlato Fiuggi nel corso del convegno "Cicloturismo, sviluppo e sostenibilità" promosso da Federturismo Confindustria in collaborazione con Unindustria nel corso del quale è stato presentato anche l'affascinante progetto "Fiuggi Woofront" elaborato dall'architetto Marco Mariani.

Nel corso dei loro interventi Antonio Barreca, Sara Battisti, Giancarlo Brogi, Silvia Livoni, Gianluca Santilli a vario titolo hanno evidenziato come la sfida futura sul turismo passerà anche attraverso le due ruote. Concetti ribaditi su scala planetaria da Gianfranco Battisti AD delle Ferrovie dello Stato Italiano. Prima di calarsi nello specifico sui progetti che riguardano due tracciati ciclabili convergenti su Fiuggi da nord e sud.

Il commento di Baccarini: «Progetti su quali crediamo ciecamente – ha spiegato nel corso del suo intervento il sindaco di Fiuggi, Alioska Baccarini – tant'è vero che siamo presenti a tutti i tavoli istituzionali attivi – nel merito del progetto poi elaborato dall'arch. Marco Mariani e che prevede l'attraversamento di Fiuggi fonte necessario anche al ricongiungimento dei due tracciati - ha detto – un progetto molto interessante, siamo pronti a sostenerlo anche con un finanziamento di 180 mila euro a noi destinato dal Gal, a condizione però che questo venga sposato e condiviso dai commercianti e dagli albergatori».

E qui abbiamo un problema, perché la stragrande maggioranza dei commercianti e degli albergatori, soprattutto in tre stelle si dice contraria all'attraversamento di Fiuggi Fonte, proponendo percorsi alternativi. Ci sarà da lavorare e molto.