Con l'aumento del numero di ore lavorate cresce il numero degli infortuni. In aumento anche il numero di malattie professionali.
Questi alcuni dei dati emersi ieri all'apertura della dodicesima Settimana europea della sicurezza sul lavoro promossa dal Servizio Presal Sud del dipartimento di prevenzione Asl di Frosinone. Fino a sabato, nel centro commerciale "Le Grange" di Piedimonte, si terrà un percosso didattico formativo e seminari per studenti presenti tutti gli istituti del distretto e lavoratori sulla gestione della salute e sicurezza sul lavoro illustrato dal personale Presal Sud, coordinato dal dottor Alessandro Varone, in collaborazione con gli enti e le aziende aderenti all'iniziativa.

Presenti al via il sindaco Ferdinandi, l'assessore al lavoro della Regione Lazio Di Berardino, i consiglieri regionali Buschini, Ciacciarelli, Di Loreto e le autorità del territorio.
Un aspetto molto importante quello della sicurezza sul lavoro che non va preso sottogamba. «Nel distretto D ci sono stati tre infortuni mortali negli ultimi mesi, due caduti dal tetto», ha evidenziato Varone che punta molto sull'attività di prevenzione. Importante anche il dato che riguarda le denunce di malattie professionali, che possono manifestarsi anche dopo molti anni: «Sono in aumentato nel territorio. La prima delle malattie denunciate è quella a carico della colonna vertebrale e agli arti superiori»