Interventi di alta chirurgia epatica anche a Cassino: si tratta di un vero e proprio traguardo, quello raggiunto dall'équipe del dottor Santoro, con due operazioni per gravi patologie al fegato. Un traguardo prima impensabile, che va a suggellare il grande piano di potenziamento del Santa Scolastica. Sono stati, infatti, eseguiti con successo a Cassino due eccezionali interventi di chirurgia epatica maggiore dall'équipe diretta dal professor Roberto Santoro in due pazienti affetti da gravi patologie del fegato.
«Si tratta di interventi estremamente complessi – ha spiegato il professor Santoro –per le difficoltà tecniche e la complessità di gestione pre e postoperatorie. L'epatectomia destra è un intervento straordinario e rappresenta un traguardo inimmaginabile per ogni chirurgo». Si tratta di interventi effettuati in ospedali di grande richiamo ma che in questo territorio non venivano ancora eseguiti.
«Abbiamo lavorato intensamente e con grande entusiasmo per quasi due anni allo sviluppo di questa disciplina chirurgica al Santa Scolastica insieme a tutti i colleghi delle specialità coinvolte quali anestesisti e rianimatori, radiologi, oncologi, gastroenterlogi e gli infermieri» ha aggiunto il professore.

Prosegue così senza sosta il piano di potenziamento delle attività sanitarie portato avanti in questa provincia dalla Direzione Generale. «Poter eseguire a Cassino in condizioni di assoluta sicurezza procedure di alta complessità – commenta il Commissario Straordinario Luigi Macchitella – è motivo di soddisfazione ed è la dimostrazione che l'ospedale ha raggiunto ottimi livelli nelle sue specialità».
l