Le malattie e il ruolo dell'inquinamento. Sarà il tema del convegno promosso dall'associazione medici di famiglia per l'ambiente di Frosinone e provincia con il patrocinio dei medici chirurghi. L'evento è in programma il 29 settembre nella sala convegni dell'ordine.

Sono previste, dopo i saluti del presidente dell'ordine Fabrizio Cristofari e della presidente dell'associazione, Marzia Armida, le relazioni dei medici Teresa Petricca sugli inquinanti aerei e le malattie dell'apparato respiratorio, di Cristina Volponi sulle malattie dell'apparato cardiovascolare e Maurizio Plocco sulle malattie cerebrovascolari.
Quindi si parla degli inquinanti come tumorogeni, di tumori e ambiente e dell'impatto dei tumori cerebrali a Frosinone con i relatori Margherita Eufemi, Angelo Vaccaro e Giancarlo D'Andrea.

L'associazione dei medici di famiglia spiega di non condividere il modello matematico di mappatura delle polveri sottili nei paesi non rilevati dalle centraline Arpa.
Perciò ha installato una rete di rilevamento che offre la «possibilità di correlare -spiegano i medici- l'incidenza della malattia con le concentrazioni reali degli inquinanti.
I medici si sono trovati costretti ad esplorare ambiti a loro non propri, nella necessità di trasformare in fatti concreti il rapporto inquinanti malattie».