Fino al 28 settembre i giovani ceccanesi dai 18 ai 28 anni potranno chiedere di svolgere il servizio civile in città per conto del Comune, tramite uno dei progetti "Itinerari di conoscenza storica"(sei posti) e "Un anziano per amico" (quattro), oppure in seno alla locale Protezione civile. Tra i 35 programmi presentati dal Cesv-Spes, infatti, c'è "TuteliAmo il nostro futuro" e due degli otto volontari richiesti saranno impiegati nella sede dell'Ec Ceccano. Sono previste attività informative e operative tese alla prevenzione degli incendi nonché operazioni di monitoraggio dei corsi d'acqua e mappatura delle zone a rischio idrogeologico.

«Il progetto parte dalla considerazione che i boschi sono fondamentali per l'ambiente. Essi creano ossigeno, offrono protezione a tante specie animali e impreziosiscono il paesaggio. La loro presenza è poi quanto mai importante sulle colline, dove l'acqua piovana non frenata dalla vegetazione boschiva può assumere proporzioni tali da dare il via a dilavamenti e frane con danni anche per le valli sottostanti.
Se il bosco ha bisogno del terreno per nascere e crescere -evidenzia, infine, il Centro di servizio per il volontariato del Lazio- è anche vero che il terreno e l'intero ecosistema hanno bisogno del bosco per preservarsi»