Ci siamo. L'attesa è ormai finita. E lo si comprende anche dalle pagine dei social network di molti studenti. Le emozioni sono le stesse: l'auspicio che sia un anno ricco di soddisfazioni, la speranza di riuscire a ottenere buoni voti e la gioia nel riabbracciare i compagni o conoscerne nuovi con cui condividere un percorso che sarà, sicuramente, tra i più importanti della vita.
La campanella per alcuni studenti è già suonata, come ad esempio nel capoluogo per i ragazzi dell'istituto superiore tecnico per geometri e tecnico commerciale "Brunelleschi-Da Vinci". Per molti suonerà tra oggi e domani. Questa, infatti, sarà la settimana clou per il rientro degli alunni di ogni ordine e grado della provincia di Frosinone.
La data per la prima campanella è fissata al 17 settembre, ma con l'autonomia scolastica, sono numerosi gli istituti che hanno deciso le aperture anticipate. Gli studenti di ogni ordine e grado della provincia di Frosinone che tornano tra i banchi sono 66.101. Rispetto allo scorso anno saranno 1.525 in meno. Le istituzioni scolastiche sono 81, così suddivise: 47 sono gli istituti comprensivi, 2 gli istituti omnicomprensivi, 30 invece le istituzioni scolastiche della media superiore di secondo grado, un convitto e un centro provinciale per l'istruzione degli adulti. Per quanto riguarda la scuola secondaria di secondo grado la campanella suona per 22.991 alunni, per il primo grado 12.805 studenti, per la primaria 20.045 e per l'infanzia 10.170. Gli stessi sono suddivisi per quattro ambiti: ambito 17, che riguarda l'area nord della provincia, gli alunni sono 16.546; nell'ambito 18, che comprende Frosinone capoluogo e paesi limitrofi, gli studenti sono 19.191, ambito 19 nello specifico Sora e dintorni 13.419 alunni, infine ambito 20 Cassino e dintorni 16.945 alunni.

I post sui social
«Si torna a scuola. Sono emozionatissima. Frequento il liceo scientifico -scrive Sara- e sono felice di iniziare il nuovo anno scolastico. Mi auguro che sia pieno di soddisfazioni. Io ce la metterò tutta per fare bene.
Mi impegnerò al massimo. Ho voglia di studiare e scoprire nuove cose».
«Ormai l'estate è finita. Torniamo a scuola e speriamo che sia un anno fantastico. Io sono fiducioso -le parole di Andrea del liceo classico- Le emozioni sono ogni anno diverse, perché non sappiamo mai cosa ci aspetta. Sicuramente tante cose belle che ci permetteranno di crescere culturalmente e formarci per affrontare nel migliore dei modi il nostro futuro».
«Non so se questa notte (ieri ndr) riuscirò a dormire -sottolinea Christian che frequenta l'Itis- Sono troppo emozionato. Inizierò il percorso che spero mi porti a raggiungere i miei obiettivi. Io ce la metterò tutta».
Le sensazioni sono tante e diverse per ogni studente, ma tutti con la voglia di dare il massimo per portare a casa ottimi risultati e, soprattutto, voti soddisfacenti.