Da Vasco Rossi a Cesare Cremonini passando per i Negroamaro. C'è un pezzo della città martire, anzi più di un pezzo, ci sono i ragazzi di Cassino (Is Investigazioni e Sicurezza) che permettono che ogni concerto si svolga serenamente. Sorridenti nei selfie sotto il palco, prima di cominciare, e all'alba quando ogni esibizione ed euforia cede il passo al silenzio. Mentre la passione è il grande motore che tiene accesa l'attenzione fino all'ultimo.
Tutti cassinati, cinque "storici" e tanti arruolati, girano l'Italia per garantire la sicurezza a queste grosse, anzi enormi, manifestazioni dove approdano a decine di migliaia di spettatori.
Solo a giugno era possibile "ammirarli" al concerto di Vasco Rossi all'Olimpico nel doppio appuntamento, poi è stata la volta di Foo Fighters a Firenze, dei Guns N'Roses, di Iron Maiden e di Ozzy Osburne sempre a Firenze. Poi, di corsa a Roma per Cesare Cremonini, Paearl Jam, Negramaro, Coez, Beyoncé e Roger Waters. Ma anche Calcutta e Pausini. Ad agosto? C'è anche Loredana Bertè.