Uffici Inps a rischio chiusura, cittadini e patronati sul piede di guerra. Dopo l'ufficio del registro, il catasto, equitalia e tribunale, anche gli uffici dell'istituto di previdenza sociale rischiano la soppressione. Da Frosinone non confermano né smentiscono. Circa 10 anni fa l'Inps aprì la sede distaccata lungo la via Anticolana, una soluzione ideale e funzionale per gli utenti, privati ed aziende, del vasto territorio di competenza. Grazie alla collocazione strategica ed ai buoni servizi erogati, Anagni si collocò stabilmente tra i primi uffici in classifica per rendimento e gradimento.
Qualche anno fa con l'esigenza di risparmiare sui costi di locazione, gli uffici vennero spostati in un'ala del Convitto Principe di Piemonte, con il sostegno dell'ex amministrazione Bassetta.
La soppressione degli uffici, già mortificati in quanto a competenza operativa, sarebbe una iattura. Migliaia di cittadini, sia di Anagni che dei paesi limitrofi, sarebbero costretti a peregrinare anche per la sola consultazione della propria posizione. Per non parlare delle migliaia di cassintegrati, costretti al medesimo tran tran. Alcuni rappresentanti dell'utenza stanno organizzando una massiccia manifestazione di protesta, che potrebbe essere effettuata già nei prossimi giorni.l