La neve, il gelo, l'acqua, ma soprattutto l'effetto dei mezzi spazzaneve. Dopo la nevicata molte strade di Frosinone sono a pezzi, molto più di quanto non lo erano prima. Ecco allora che si è cercato di rimediare, almeno nell'immediato alle situazione più critiche. È quanto ha spiegato la delegazione comunale, composta dai tecnici Fabrizio Felici e Mauro Desiato, nell'incontro di ieri in prefettura. È emersa la volontà di chiudere entro il pomeriggio di ieri la prima fase, quella degli interventi emergenziali.
L'amministrazione Ottaviani, attraverso l'assessorato alle manutenzioni e ai lavori pubblici, coordinato da Fabio Tagliaferri, ha costituito, infatti, una task force per gli interventi sulla sede stradale. Il perdurare delle avverse condizioni atmosferiche - che, nelle scorse settimane, hanno colpito il nostro territorio con pioggia, neve e ghiaccio - ha messo alla prova la rete viaria; la messa in campo, da parte dell'amministrazione, di mezzi pesanti per lo spalamento e la salatura, peraltro, ha certamente influito.
«Allo scopo di ripristinare la funzionalità delle strade, garantendo così la sicurezza degli automobilisti e dei pedoni che circolano, quotidianamente, sul sistema viario del capoluogo - ha dichiarato l'assessore Fabio Tagliaferri - il Comune ha creato una task force. I tecnici, suddivisi in diverse squadre, stanno lavorando, contemporaneamente, in diverse zone della città, intervenendo sulle aperture e sugli avvallamenti creati dall'emergenza meteorologica dei giorni scorsi». Sono stati oltre 100 gli interventi di riparazione del manto stradale effettuati nel corso dell'ultima settimana ed andranno avanti, con la medesima intensità, anche nei prossimi giorni, allo scopo di ridurre il disagio causato dalle eccezionali condizioni atmosferiche che hanno investito la rete stradale».