Hanno atteso il loro arrivo con la gioia nel cuore e nei loro occhi. Sono riusciti a trasmettere la loro felicità a tutte le persone presenti. Sembrava che da quella porta, da un momento all'altro, dovesse entrare Babbo Natale. E quando si sono spalancate e sono arrivati, uno ad uno, sono stati subito accolti con cori da stadio, abbracci, strette di mano e l'immancabili penne e fogli per il desiderato autografo. Desiderato più di un qualsiasi giocattolo, perché per loro, avere la firma dei loro beniamini, è stato un dono davvero speciale da custodire e mostrare con fierezza ai propri compagni di scuola. E per i tre anni dall'apertura della mensa diocesana,  questa sera, nella struttura di viale Mazzini, è stata organizzata una vera e propria festa di compleanno. E il regalo? La squadra del Frosinone Calcio. I giocatori giallazzurri e lo staff hanno portato un pallone autografato e una maglia da tenere in mensa e gadget e sciarpe per tutti i bambini. Ma non è fermata qui la generosità dei canarini. In dono alla mensa hanno portato beni di prima necessità. Una torta speciale con tre candeline su cui hanno soffiato i bimbi, il vescovo Ambrogio Spreafico e tutto lo staff e i calciatori.