Acqua torbida e scatta l'ordinanza di divieto di berla o usarla per scopi alimentari nei comuni di Ausonia e di Coreno Ausonio. I sindaci dei due paesi aurunci, rispettivamente Benedetto Cardillo e Domenico Corte, nella giornata di ieri hanno adottato la decisione, prendendo atto della comunicazione pervenuta dal dipartimento di prevenzione dell'Asl di Latina che ha constatato la torbidità delle sorgenti di Capodacqua e di Mazzocolo. Le acque, stando alle disposizioni giunte da Acqualatina, si sarebbero intorbidite a seguito delle avverse condizioni meteo delle ultime ore. In particolare, nel comune di Ausonia l'ordinanza sindacale riguarda le contrade Capomazza e Orfanotrofio, mentre nel comune di Coreno Ausonio il sindaco Corte ha vietato l'uso dell'acqua che proviene dalle condutture gestite da Acqualatina in diverse contrade: Aurito, S. Giuliano, Puzzali, Casale, Torolongo, Capomazza.