Richieste e battaglie, ora il vecchio De Posis trova una nuova ragione alla sua esistenza. E tornerà a essere funzionale, mantenendo quella vocazione che lo aveva visto nascere, decenni fa.
«L'ex ospedale Gemma De Posis verrà ristrutturato e destinato alla medicina territoriale. Il primo passo sarà lo spostamento del consultorio familiare». Il consigliere regionale Marino Fardelli comunica che, con delibera n. 1828 a firma del Commissario Straordinario della Asl di Frosinone Luigi Macchitella, il vecchio ospedale di Cassino inizia a essere valorizzato per interventi di ristrutturazione mediante assegnazione di fondi regionali per essere destinato alla medicina territoriale.
L'atto deliberativo stanzia l'intervento per il piano terra da adibire a consultorio familiare.
«Con questo primo intervento si passa dall'impegno preso a realtà, con i cittadini-utenti che possono usufruire della medicina territoriale finalmente con ampi parcheggi esterni, spazi più grandi per gli operatori e per gli utenti stessi a garanzia anche della privacy. Ho sentito telefonicamente il Commissario Luigi Macchitella per ringraziarlo di questo importante atto e perchè ha mantenuto fede all'impegno preso».
Nel mese di febbraio scorso il Consiglio regionale del Lazio ha approvato all'unanimità un Ordine del giorno dove lo stesso consigliere Fardelli chiedeva un impegno concreto per la valorizzazione della struttura ormai in stato di abbandono. «Oggi, da quell'atto di indirizzo siamo passati ai fatti. Dopo l'apertura della Commissione Patenti - ha concluso il consigliere regionale Marino Fardelli - è la volta del Consultorio e, in attesa degli adempimenti burocratici e di gara necessari, lavoriamo ancora per un progetto che sembrava pura utopia ma che invece si sta concretizzando e per questo ringrazio il Commissario Macchitella e la politica dei fatti del presidente Nicola Zingaretti».