Chi non ricorda le gesta pedatorie di Pasquale Luiso, bomber indiscusso del Sora calcio negli anni Novanta e poi applaudito centravanti del Vicenza di Guidolin in serie A? Prodezze che hanno fatto esultare decine di migliaia di tifosi e che in Ciociaria, grazie alla lunga militanza con i bianconeri sorani, ai tempi d'oro del Sora calcio, hanno lasciato un ricordo molto positivo. Poi, come spesso accade ai calciatori, è sceso il buio, in molti si sono dimenticati di lui, che oggi ha 47 anni. Fino a ieri, quando una foto che il bomber, ancora oggi ricordato come "Il toro di Sora" da tutti i tifosi delle squadre in cui ha militato, ha pubblicato sul suo profilo di Instagram lo ha riportato all'attenzione della ribalta nazionale. Sezione gossip, ma pur sempre di una nuova notorietà si tratta. 

Lo scatto lo ritrae insieme ad una sorridente Valeria Marini, anche lei star degli anni Novanta, oggi in caduta libera. 

Luiso, Il 'Toro di Sora', nell'immagine indossa una maglia molto particolare, con un Gianni Agnelli in versione hipster tatuato. Questo, però, non è niente in confronto alla didascalia scelta da Luiso per pubblicare la foto su Instagram. Sfruttando il suo soprannome, infatti, l'ex attaccante si lascia andare a questo commento: "Il toro e... la vacca... ahahaha".

Un commento che non è passato inosservato e che ha scatenato su Luiso una vera tempesta mediatica. Lo scatto è subito divenuto virale sul web e in tanti hanno censurato la didascalia dell'ex bomber. Costretto, alla fine, a togliere la foto dal suo profilo Instagram. Insomma, per lui che è sempre stato avvezzo a segnare gol stavolta si è trattato di un clamoroso autogol.