Stangata sull'immondizia in arrivo visto che il consiglio comunale ha approvato a denti stretti l'aumento della Tari. I rincari riguarderanno indistintamente tutte le utenze, sia domestiche che produttive, con una media che va dal 5 all'8 per cento. Il provvedimento è stato approvato durante la seduta di giovedì scorso, con sette voti favorevoli della maggioranza (assente per motivi di salute l'ex assessore Katia Germani) e quattro contrari, quelli dell'opposizione (assente Vincenzo Colantonio). Il dato politico della manovra è molto pesante, perché giunge immediatamente dopo la revoca dall'incarico dell'assessore ai Tributi Katia Germani e dopo una serie di valutazioni del primo cittadino, che hanno portato qualche giorno fa ad una riorganizzazione interna di alcuni uffici e servizi del comune.