Oggi si è tenuta, presso l'Aula Magna del Palazzo Conti Gentili di Alatri un'importante manifestazione sulle esperienze maturate dagli alunni di tre diversi istituti scolastici del territorio, relativamente alle tematiche di Conoscenza e tutela del patrimonio paesistico del Fiume Cosa e della sua Valle. L'incontro è stato promosso dalla scuola media del Comprensivo Egnazio Danti, dal Liceo Scientifico "L. Pietrobono" e dall'ISS Pertini, con la collaborazione dell'Associazione Zerotremilacento di Frosinone ed il patrocinio del settore Ambiente del Comune di Alatri. L'Assessore all'Ambiente, Alessia Santoro, spiega il motivo ed i toni dell'incontro: «È stata un'importante occasione di confronto, i ragazzi dell'Istituto comprensivo hanno presentato il lavoro di studio ed approfondimento, particolarmente affascinante e metodica la catalogazione delle piante autoctone raccolte lungo l'asta fluviale. Il Pertini, con i ragazzi dell'indirizzo economico e tecnologico ambientale hanno presentato i risultati delle analisi chimico-fisiche e microbiologiche eseguite. Bellissimo anche l'intervento del liceo Pietrobono che ha esaltato gli aspetti più romantici e spirituali che il paesaggio fluviale evoca attraverso una canzone eseguita ed arrangiata dai ragazzi. L'amministrazione dal canto suo ha spiegato i progetti in essere che riguardano il fiume Cosa dai quali scaturisce anche il ciclo di incontri con le scuole del territorio».

Continua l'Assessore, «L'Amministrazione insieme alle Associazioni che intendono tutelare il fiume ed alle scuole stanno gettando le basi perché il fiume torni ad essere un vanto del territorio ed un elemento di vita storico e culturale. L'attenzione che il Comune di Alatri manifesta per il fiume e che trova concretezza nelle opere di messa in sicurezza, nella richiesta di specifici finanziamenti, nella sottoscrizione ed impegno nel percorso del Contratto di Fiume, sono le basi sulle quali le nuove generazioni potranno crescere ed alimentare la passione e l'attenzione per una risorsa tanto preziosa. Le scuole hanno spiegato i progetti per il nuovo anno ed in accordo con l'Istituto Comprensivo Egnazio Danti sarà istituita la tradizione della Festa sul Fiume con la quale i ragazzi intendono manifestare il desiderio di adottare un piccolo tratto di asta fluviale e che sarà certamente un'occasione per animare un momento di svago, di vita e, di conseguenza, richiamare l'attenzione della popolazione sui temi ambientali e su un tesoro che appartiene alla cittadinanza quale appunto il Fiume Cosa».