Una solida partnership con altre sei scuole superiori europee: una olandese, la Mbo Raad, che funge da istituto capofila, una austriaca, 3S Research laboratory, una in Spagna, Politeknika Ikastegia, una Association of Colleges in Inghilterra, una scuola in Lituania, Latvijas Tirdzniecibas Kamera, e una in Finlandia, la Helsingin Kaupunki.

Una partnership creata dall'istituto "Alessandro Volta" di Frosinone, grazie all'esperienza ventennale, della dirigente scolastica, professoressa Patrizia Carfagna, nel settore degli scambi internazionali.
E così insieme alle altre scuole europee, l'istituto ciociaro ha presentato un progetto Expect (Exchanges of Practices in Education for Climate Targets) che è stato approvato dalle istituzione europee e finanziato all'interno del programma Erasmus+. Focus del progetto è educare all'ambiente. L'attività prevista è scandita nell'arco di un biennio, fino a maggio 2022.
All'apertura del progetto, che si è svolta online, a causa dell'emergenza sanitaria, in due momenti di incontro internazionale nei mesi di novembre e dicembre, ha fatto seguito un secondo appuntamento a gennaio con la scuola partner austriaca quale successiva tappa della realizzazione del progetto.
«L'ambiente è prima di tutto un ambito da osservare e da comprendere, rappresenta sicuramente il laboratorio più vario e disponibile e più stimolante per gli studenti - spiegano dall'istituto Volta - L'educazione ambientale deve essere parte integrante del percorso scolastico, deve essere concepita come esercizio di cittadinanza attiva, come acquisizione di comportamenti responsabili, tematiche queste che sono al centro della discussione e dello scambio di buone pratiche del progetto Expect».

La conferenza online di apertura tenuta dalla scuola olandese la Mbo Raad si è avvalsa dell'intervento di numerosi relatori provenienti dai settori non solo della scuola ma anche dell'industria, dell'economia e della politica locale e nazionale quale testimonianza dell'importanza della cooperazione tra Industria ed Educazione per affrontare e trovare soluzioni su quale debba essere il ruolo delle scuole tecniche in ambito europeo.

L'Istituto "Volta" sta investendo sul valore della formazione del personale docente e non, stimolando la partecipazione del proprio corpo docente ad occasioni di lavoro e scambio online e di condivisione di attività in team internazionali di studenti e docenti. Un istituto che, nonostante il difficile momento creato dalla pandemia, ha sempre portato avanti attività importanti. Non da ultimo, appunto, la fitta e articolata attività di progettazione Europea attraverso la realizzazione online di meeting e conferenze sui temi della sostenibilità ambientale, del cambiamento climatico e dell'impatto dell'economia circolare nel processo di ottimizzazione delle risorse.