Il bosco Vandra torna a essere protagonista. Ieri le telecamere della Rai sono intervenute per parlare dell'immensa area verde che si trova a ridosso del confine tra il Lazio e la Campania. Cassino e Rocca d'Evandro, due Comuni un unico polmone verde.

Un luogo che un tempo era molto frequentato è da tempo ormai abbandonato. Risulta abbastanza impraticabile e, anche per questo, saranno diversi gli interventi che saranno realizzati per riportare l'immensa area agli antichi splendori e per farla conoscere anche alle nuove generazioni e agli appassionati di tutta Italia.

Per la riqualificazione del bosco Vandra fin dalla scorsa estate sono stati organizzati sopralluoghi con amministratori, tecnici ed esperti. Ad agosto, carte alla mano, l'inizio ufficiale dell'iter che, alcune settimane fa, ha portato all'ottenimento di un finanziamento regionale di 100.000 euro. Solo due giorni prima di Natale, infatti, con una determina a firma del direttore dell'agenzia regionale della Protezione civile, Carmelo Tulumello, è stato assegnato al Comune di Cassino un contributo straordinario di 100.000 euro per gli interventi a tutela della incolumità pubblica e privata e per la messa in sicurezza e la riqualificazione del bosco Vandra.

L'area dovrà essere "ripulita", gli spazi depauperati dalla vegetazione recuperati, anche per prevenire possibili incendi. Sarà inoltre necessaria una decespugliazione esterna per la protezione laterale del bosco. L'intervento complessivo richiede sostanziose risorse economiche. Si partirà dalla perizia tecnica agronomica per la determinazione dell'importo necessario per poi accedere a finanziamenti dei fondi europei.

Una risorsa è rappresentata dal patrimonio di legna che vi si può ricavare. Di primaria importanza sarà l'analisi della flora e della fauna dell'intera zona per avere un quadro completo, anche per capire se siano presenti piante e alberi storici, di interesse scientifico. Si aprono tante prospettive per esperti e sul piano didattico.

Il futuro è green, e se l'amministrazione parla di parco urbano decisamente un po' fuori mano sicuramente il bosco rappresenta un valore aggiunto per il territorio.