Tariffe Tari 2020, buone notizie per le imprese di Ferentino. Meno 40% per le aziende costrette alla chiusura obbligatoria, meno 20% per le altre.
L'amministrazione Pompeo esige i meriti di tale impegno durante la ripartenza del dopo Covid-19.

Dal Comune spiegano a chiare note: «l'amministrazione comunale di Ferentino guidata dal sindaco Antonio Pompeo, conferma concreti interventi di sostegno nella fase di ripresa post-Covid, con il varo di ulteriori misure economiche che si aggiungono alle numerose già messe in campo durante la fase cruciale dell'emergenza sanitaria».

Un aiuto sensibile arriva con la determinazione delle tariffe per la Tari, la tassa sui rifiuti, 2020. Prevista una diminuzione per agevolare le imprese della città, vista la difficile situazione causata dal lockdown e dalle conseguenze del coronavirus. Giovedì la proposta di delibera è passata al vaglio della giunta comunale.

Essa prevede una riduzione della quota variabile della tariffa del 40% (annuale) per le imprese con codice Ateco tra quelli sottoposte a chiusura obbligatoria nel periodo dell'emergenza sanitaria e una riduzione del 20% per le imprese non sottoposte a chiusura obbligatoria sulla base dei provvedimenti governativi di sospensione delle attività a livello nazionale.

«L'impegno della nostra amministrazione – così il sindaco Pompeo e l'assessore a bilancio e tributi Franco Martini - non è mai venuto meno e ancor di più in questo delicato momento di ripresa. Le misure previste, con la riduzione delle tariffe comunali, rientrano in un'azione complessiva di aiuti concreti e tangibili per il tessuto socio-economico della città che ha urgente bisogno di essere alimentato in un'ottica di sviluppo. Metteremo in campo gli interventi necessari affinché le criticità legate all'emergenza possano diventare un lontano ricordo».