L'associazione "Risorse Donna", che nei giorni scorsi aveva lanciato un appello, ringrazia la cooperativa "Eva" che «ci ha inserite tra le prime destinatarie delle mascherine prodotte nel laboratorio gestito dalle donne ospiti di "Casa Lorena",

un bene sequestrato alla criminalità organizzata e ora utilizzato per progetti di uscita dalla violenza e riconquista dell'autonomia e della libertà», fanno sapere le volontarie del centro antiviolenza (tel. 0776.839275).