Giovedì pomeriggio la Giunta comunale di Anagni ha tenuto una conferenza stampa di fine anno per tracciare il bilancio dell'attività del 2015 e quello di metà mandato (il sindaco Fausto Bassetta si è insediato a maggio 2014). Il sindaco ha relazionato sul lavoro effettuato in due anni e mezzo, basato principalmente sugli obiettivi della centralità del territorio, del sociale, del rilancio turistico-culturale e della riorganizzazione del settore amministrativo-finanziario. Ha illustrato le difficoltà economiche dell'Ente, gravato da un forte indebitamento strutturale, la difficoltà ad operare al meglio a fronte di una evidente carenza di personale, la difficile situazione sociale, l'insufficienza dei finanziamenti. Criticità, ha sottolineato Fausto Bassetta, con le quali l'amministrazione comunale ha dovuto fare i conti e che, comunque, non ha minato l'impegno della coalizione e l'esecuzione di interventi, numerosi, effettuati in tutti i settori anche se – ha detto <molto c'è ancora da fare>. Alcune criticità, è emerso durante la conferenza stampa, sono state in parte superate o stanno per essere eliminate. L'assessore al bilancio, Aurelio Tagliaboschi, ha infatti ricordato che in questi due anni e mezzo sono stati pagati circa 20 milioni di euro di debiti. <Un impegno non di poco conto, ma adesso il peggio è passato - ha detto - e finalmente possiamo investire e programmare interventi più importanti sul territorio>. Tra essi, è stata citata la manutenzione straordinaria delle strade comunali prevista per il 2017 con un investimento di oltre 800 mila euro, la manutenzione straordinaria del campo di calcio e molte altre qualificanti opere. Anche per quanto concerne il sottostimato organico del Comune, l'assessore al personale Roberto Cicconi ha segnalato che dopo 14 anni è stata programmata l'assunzione di nuove risorse, tramite concorso pubblico, che si concretizzerà nel corso del 2017. L'assessore ai lavori pubblici Simone Pace ha sottolineato le migliorie nel Servizio manutentivo che, con l'esternalizzazione, ora permette interventi più celeri ed efficienti. Inoltre ha ricordato i numerosi interventi eseguiti per mettere in sicurezza il territorio gravato da numerose frane, soprattutto nelle zone periferiche dove sono stati impegnati 850 mila euro. E' stata anche annunciata l'apertura, a primavera 2017, del Museo Archeologico dove sono quasi terminati i lavori necessari prima dell'allestimento scientifico seguito dalla competente Sovrintendenza. Il sindaco Fausto Bassetta ha parlato di un bilancio di metà mandato <positivo, ma non ottimale perchè la città ha ancora bisogno di molto>, ringraziando anche gli assessori in carica fino al 2015 <per quanto hanno fatto, con grande dedizione, per Anagni>.