Marciapiedi invasi da deiezioni di cane, scoppia il caso nella cittadina termale.Via Casavetere, via Armando Diaz, l’intero vecchio borgo, nessuna zona è esclusa dal fenomeno degli escrementi lasciati dai tanti cani. La problematica non è nuova, da anni vengono inoltrate denunce ed esposti presso gli uffici preposti. Esiste poi anche un’ordinanza firmata dal primo cittadino Fabrizio Martini. La gente però è sconcertata, i marciapiedi sono un vero e proprio sentiero di guerra, quando si cammina bisogna incollare gli occhi a terra altrimenti si rischia grosso.

La colpa, è ovvio che non è dell’animale, ma bensì del padrone che nonostante tutto non tiene in considerazione niente, forse perché sicuro di non essere rintracciato e di conseguenza multato. Per questo bisogna aumentare i controlli su tutto il territorio, trovare gli animali e attraverso l’identificazione del microchip, individuare e sanzionare il proprietario. Anche all’interno della villa comunale, a Fiuggi città, area di ritrovo di intere famiglie, esiste un divieto per non introdurre animali all’interno del parco, ma come spesso accade questa segnalazione è del tutto ignorata.

All’interno infatti si incontrano spesso cani al seguito dei padroni. Una situazione che fa urlare allo scandalo. L’opinione pubblica si appella alle forze preposte. Tra non poco dovrebbe essere sottoscritta una convenzione con le Gav (Guardie ambientali volontarie) del circolo Legambiente della cittadina termale. Ecco che parta al più presto, in maniera tale che l’operazione marciapiedi puliti inizi a portare buoni frutti. E con tanto di multe per i proprietari dei cani.