Da sempre residente nel centro storico ha deciso di prendere questa decisione proprio per cercare di offrire un contributo di rilancio sul cuore di Alatri, ormai nel pieno abbandono e degrado. Riqualificazione e decoro le sue parole d’ordine. «Una scelta quella di candidarmi nella lista di Programma Alatri e a sostegno di Enrico Pavia, che nasce dal fatto che in questa coalizione ho trovato un programma che mette al centro dell’azione amministrativa proprio l’attenzione del centro storico. Da anni, basta farsi una passeggiata, è possibile vedere una situazione di abbandono e mancanza di attenzione. I giardini pubblici proprio all’ingresso della città, l’area dell’Acropoli e tutti gli spazi verdi, parchi giochi compresi, sono trascurati. Ecco serve quotidianità ma soprattutto verificare e controllare ogni giorno, quello che purtroppo è mancato. Non serve pulire solo quando arrivano feste o appuntamenti tradizionali, serve costanza. Ecco nel mio piccolo spero di poter dare un contributo affinché il decoro e sistemazione del centro storico diventi un’azione giornaliera per il bene del nostro centro storico».