La corsa verso la salvezza del Frosinone riprende forza e vigore al Castellani. Lo stadio di Empoli dove i ragazzi di Stellone conquistano la prima storica vittoria in serie A.
In tribuna qualche decina di supporter arrivati dal capoluogo a sostenere la squadra.
Il portafortuna è sicuramente il gruppo dei giovanissimi supporter dell’Accademy, la scuola calcio del Frosinone diretta da Luigi Lunghi.
E proprio questa mattina i ragazzi del Frosinone saranno impegnati in un incontro con i coetanei toscani mentre ieri hanno seguito con attenzione tutta la gara nelle primissime file della tribuna dello stadio.
«Per i nostri ragazzi - ha detto in merito Luigi Lunghi - si tratta di una bellissima esperianza che li forma sia dal punto di vista sportivo sia umano. Un’esperienza, quella di seguire la prima squadra del Frosinone, che si protrae dall’inizio del campionato... Siamo già stati a Torino in occasione della gara con la Juve, a Milano per l’Inter, a Roma. Il nostro progetto - ha proseguito Lunghi - si basa su diversi momenti formativi: la presenza allo stadio, dove i ragazzi possono sostenere dal vivo e dalla tribuna i propri beniamini, ricavandone emozioni e ricordi indelebili; quindi, il giorno successivo la partita della prima squadra ci confrontiamo con i pari età della formazione che ospita il Frosinone; infine, abbiniamo all’aspetto sportivo quello culturale e socializzante. Ad esempio, qui ad Empoli, pernotteremo in un albergo di Vinci favorendo così la socializzazione degli allievi. Dopo cena visiteremo una mostra dedicata al genio di Leonardo mentre domani alle 9.00 (oggi, ndr) ci sposteremo nel centro sportivo Monteboro».
Tanto entusiasmo, come sempre, anche da parte dei trecento tifosi giallazzurri che hanno seguito la squadra ed occupato il settore degli ospiti. Hanno, come al solito, cantato per tutti i novanta minuti facendo arrivare sempre il loro incoraggiamento alla squadra anche quando, dopo il pareggio, la formazione di Stellone sembrava essere diventata un po’ troppo rinunciataria.
Novanta minuti sotto la pioggia, una felicità enorme, la speranza che torna. E per loro diventa bello anche il viaggio di ritorno a caccia del primo autogrill per asciugarsi e ristorarsi.