Festa della luce e della vita a Sora dedicata ai bambini vittime di violenza. Il corteo è partito alle 18.30 da piazza Esedra con striscioni e palloncini colorati. I partecipanti, intonando canti, sono passati per via Lungoliri Rosati e Borgo San Rocco fino ad arrivare in piazza Indipendenza dove hanno liberato in aria tutti i palloncini. Momento suggestivo. I protagonisti principali sono stati i ragazzi e le loro famiglie.

L’evento, molto seguito, promosso già da diversi anni dal parroco di S. Bartolomeo, S. Silvestro e S. Ciro, nasce in contrapposizione alla festa pagana di Halloween. Non ci saranno dolcetti e scherzetti, ma momenti di preghiera, di riflessione e un cammino di vera festa.

Don Donato ha detto: "Abbiamo bisogno di ridare speranza e fiducia all'essere umano e questo si può fare solo riconquistando e realizzando i valori che si stanno calpestando". Sulla stessa linea mons. Piacentini: "Dobbiamo essere luce in un mondo di tenebre, certezza nello smarrimento in cui siamo immersi"