Lo sciame sismico che sta colpendo il centro Italia ha gettato nel panico tutta la provincia di Frosinone. Sono moltissime le scuole e gli edifici pubblici che i sindaci dei diversi comuni hanno deciso di chiudere anticipatamente in via precauzionale. Centinaia di persone di conseguenza si sono riversate in strada, creando una situazione di completo caos. Ma vediamo cosa succede nei diversi comuni:

Frosinone - Il sindaco Nicola Ottaviani ha predisposto la chiusura degli edifici pubblici in via precauzionale fino al termine dello sciame sismico in atto.

Cassino - Nell'istituto delle suore Stimmatine, alle scuole centrali e alla Diamare stanno facendo uscire bimbi e ragazzi. A San Silvestro si stanno organizzando. Ma anche in tutti gli altri istituti i genitori stanno andando a prendere gli studenti. Scuola vuota al Classico dove gli studenti sono in protesta per i termosifoni che non funzionano come pure a Ragioneria. Evacuato anche il campus all'Università Folcara. Il sindaco di Cassino, tra l'altro in questo momento in riunione con i primi cittadini di Norcia e Subiaco, ha appena disposto l'ordinanza di chiusura avvisando il Commissariato. Situazione di caos in questo momento.

Sora - Il primo cittadino Roberto De Donatis ha firmato l'ordinanza di chiusura delle scuole e in questi momenti si sta svolgendo la riunione al comando di polizia locale per predisporre le verifiche tecniche negli istituti.

Scuole chiuse in anticipo anche a Fiuggi, Ferentino, Veroli, Monte San Giovanni Campano e Boville.

Anche gli studenti di Alatri e Ferentino per paura del terremoto sono scesi in strada. 

Il traffico è in tilt ovunque per i genitori che stanno andando a prendere i figli nelle scuole e per le persone che hanno deciso di uscire prese dal panico. 

Inviateci le vostre foto e segnalazioni all'indirizzo web@editorialeoggi.info, oppure in modo ancora più semplice e immediato tramite la nostra applicazione gratuita scaricabile da qui.