Sarebbe un'insegnante di circa 60 anni, non sposata e residente a Sora (le generalità sono ancora ignote), la donna che, poco più di un'ora fa, si è gettata nelle acque del fiume Liri nei pressi di Ponte San Lorenzo, in una zona centrale di Sora. La scena, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, sarebbe stata notata da un'automobilista di passaggio. L'uomo, intuite le intenzioni della donna, sarebbe sceso dall'auto e avrebbe tentato di bloccare la poveretta. La docente, però, al momento non si sa spinta da quale motivazione, avrebbe ugualmente scavalcato il parapetto del ponte e si sarebbe lanciata di sotto scomparendo in pochi secondi nelle acque nere e gelide del fiume Liri.

Stando sempre alle prime indiscrezioni, sembrerebbe che la donna, dopo aver parcheggiato la sua auto, una Lancia Musa, nei pressi del ponte di San Lorenzo, si sarebbe fermata a ridosso dello stesso e avrebbe iniziato una telefonata con il suo cellulare che ad un certo punto avrebbe assunto toni molto concitati. La 60enne avrebbe quindi bruscamente interrotto la conversazione e, con uno scatto repentino, si sarebbe gettata nelle acque del sottostante fiume sparendo nel nulla. 

Immediato l'allarme, lanciato proprio dall'automobilista che aveva cercato di dissuaderla. La macchina dei soccorsi, nella speranza, seppur tenue considerando la temperatura gelida dell'acqua, di trovarla ancora viva, è tuttora in moto a pieno regime. Sul posto sono giunte 4 squadre dei vigili del fuoco con diversi sommozzatori, carabinieri, polizia, vigili urbani, protezione civile, amministratori comunali con in testa il sindaco Roberto De Donatis e molti semplici cittadini. Per aiutare le ricerche il Comune ha anche fatto subito riaccendere le luminarie natalizie posizionate sul fiume.

I soccorritori, dopo aver scandagliato a fondo la zona vicino Ponte San Lorenzo, si sono ora spostati lungo le rive e verso Isola Liri dragando ogni porzione del fiume. La speranza, come detto, è riposta in un miracolo che faccia ritrovare viva la povera donna, anche se le temperature ben al di sotto dello zero delle acque del fiume Liri rendono molto flebili tali aspettative.