Trombe d’aria, alberi e rami caduti sulle strade, black out in diversi comuni, piogge violenti, centinaia le telefonate al centrali- no dei vigili del fuoco. La Ciociaria nella serata di ieri è stata flagellata dal maltempo.

Forte raffiche di vento hanno creato disagi soprattutto agli automobilisti in transito non solo sulle arterie comunali e provinciali soprattutto del nord della Ciociaria ma anche in autostrada. Al lavoro anche volontari della protezione civile. Mentre la macchina dei soccorsi si è messa in moto, sui social in tanti hanno postato commenti sul maltempo. Tanta la paura soprattutto per le forti raffiche di vento. Alcuni alberi sono finiti sui pali delle linee telefoniche. Al lavoro anche tecnici dell’Enel e della Telecom.

Tragedia a Ladispoli

Ma il maltempo ha messo in ginocchio tutta la Regione Lazio, sferzata da violente trombe d’aria. Una di queste si è abbattuta infatti sulla provincia romana, causando diversi crolli in particolare a Ladispoli. Il bilancio provvisorio è di due morti e alcuni feriti, di cui uno in gravi condizioni. Una situazione drammatica a conferma della violenza del vento che ha creato tantissimi disagi. Nel pomeriggio anche la sala operativa permanente della Regione Lazio ha comunicato il coordinamento con tutte le associazioni di volontariato di protezione civile «che stanno lavorando a supporto dei vigili del fuoco e per assistere la popolazione dopo l’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sulla regione. Sono oltre 50 le squadre di protezione civile regionale con oltre 200 volontari impegnati in questo momento per interventi dovuti ad allagamenti e caduta alberi. Gli interventi più importanti si sono registrati a Ladispoli, Morlupo, Bracciano e Roma, in particolare a Cesano, XV Municipio di Roma Capitale».

Comuni senza corrente

Il maltempo di ieri pomeriggio ha provocato black out in diversi comuni, tra cui Supino, Pofi, Sgurgola, Veroli, Ferentino, Vico nel Lazio e Ripi. Il primo cittadino di Sgurgola, Antonio Corsi, sulla sua bacheca di Facebook ha comunicato ai cittadini «l’allerta meteo comunicata dalla protezione civile regionale. Stiamo attenti anche per il vento forte, se avvertite qualche problema chiamate al mio cellulare. Per le zone di Sgurgola che ancora sono senza corrente elettrica, l’Enel da me contattata mi ha comunicato che sta provvedendo al ripristino». Anche a Patrica tanta paura. Un albero è finito sull’auto del consigliere comunale Samuel Battaglini. Per fortuna non era al- l’interno della vettura. La protezione civile ha liberato la strada dalla pianta caduta.

Paura anche a Ceccano

«Sembra il finimondo. Il vento è fortissimo, fate attenzione» scrive una ragazza sul web.

Disagi a Frosinone e Sora

Non è stata risparmiato neanche il Capoluogo, soprattutto nella parte bassa, dove ci sono stati diversi interventi per rimuovere rami in strada. Anche a Sora e comuni limitrofi tanti interventi.

Richieste da Anagni e Fiuggi

Il vento ha spaventato anche i cittadini di Anagni e Fiuggi. Tante le telefonate arrivate al centralino dei vigili del fuoco anche dall’area nord.

Rami sull’autostrada

Anche quanti hanno viaggiato sul tratto tra Frosinone e Ceprano dell’Autostrada del Sole hanno dovuto fare i conti con il maltempo. In particolare sulla prima corsia in direzione Sud al chilometro 631 sono finiti diversi rami. Sul posto sono arrivati immediatamente gli agenti della polizia stradale sottosezione A1.

Interventi nel Cassinate

Il vento ha spezzato rami e alberi finiti sulle strade anche nei comuni del Cassinate. I vigili del fuoco e la protezione civile sono stati in allerta per tutta la notte. Per fortuna fino alla serata di ieri non si sarebbero registrati gravi danni, anche se i disagi, soprattutto per gli automobilisti, sono stati davvero tanti, come anche i problemi scaturiti per il black out.