Divertimento, coinvolgimento, partecipazione, solidarietà, condivisione: sono state queste le parole chiave degli appuntamenti di "Brilla una Stella 2016", il cartellone delle iniziative natalizie organizzate dal Comune di Ferentino, attraverso l'assessorato ai servizi sociali e la collaborazione delle varie realtà associative e dei servizi del territorio. Conclusione col "botto" il giorno dell'Epifania, in cui si è svolta la tradizionale Befana nella Casa famiglia, grazie alla collaborazione tra l'associazione "Il Giglio" del presidente Giovanni Paris, la Cooperativa Osa e l'Amministrazione comunale.

A seguire una vera e propria chicca che ha raccolto molto entusiasmo: il presepe vivente presso i locali di Villa Gasbarra, messo in scena dagli animatori dell'associazione "Il Gabbiano" del presidente Roberta Paris, i ragazzi dell'oratorio "Ci sono anche io" della parrocchia "Santa Maria Maddalena" e rettoria di Fatima. Hanno partecipato alle manifestazioni conclusive il sindaco Antonio Pompeo e l'assessore Luigi Vittori. Soddisfazione per il successo da parte di tutti i rappresentanti delle istituzioni e associazioni coinvolte.

Il Presidente dell'associazione "Il Giglio" Giovanni Paris ha rinnovato l'impegno e la volontà di collaborare a favore delle persone che vivono disagi. Il responsabile divisione sociale della Cooperativa Osa, Marcello Carbonaro, ha confermato che quando si uniscono le forze si realizzano sempre iniziative importanti e significative per la comunità.

Molto soddisfatto l'assessore Luigi Vittori: "Anche quest'anno abbiamo registrato un grande successo per le manifestazioni natalizie, a dimostrazione di una formula efficace, che mette al centro la dimensione sociale del Natale, l'attenzione ai più bisognosi. Molto particolare anche il presepe vivente. Complimenti ai ragazzi e a tutti coloro che si sono cimentati in questa nuova occasione di coinvolgimento".

Conclusione affidata al sindaco Antonio Pompeo: "Un mese di eventi e di appuntamenti nel segno della solidarietà e mettendo al centro il protagonismo delle nostre associazioni. Un plauso a tutti, in particolare ai ragazzi che hanno messo in scena la rappresentazione del presepe con impegno passione e collaborazione: sono il capitale umano su cui dobbiamo investire per la crescita della nostra comunità".