Saranno le acque del fiume Aniene, a Trevi nel Lazio, in località Ponte Alani, ad accogliere quest’anno il presepe galleggiante dell’associazione L’Impegno, lo stesso che lo scorso Natale fu posizionato sul Cosa, a Frosinone. La cerimonia per la posa della Natività, opera del maestro Fausto Roma, si terrà domenica 11 dicembre. A calarlo nelle gelide acque dell’Aniene saranno i sub coordinati dal caposquadra Gerardo Mattia. Sarà lui, poco dopo mezzogiorno, a collocare sulla piattaforma artistica la statua del Bambino Gesù che arriverà a Ponte Alani portata a mano dai corridori che partiranno domenica all’alba da Frosinone per arrivare a Trevi dopo una corsa di 40 chilometri. Il medesimo percorso sarà affrontato anche da un gruppo di ciclisti, mentre invece un tragitto più breve è stato individuato per gli oltre sessanta camminatori amatoriali che hanno scelto di partecipare alla escursione tra sentieri di montagna e antichi tratturi (per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la segreteria organizzativa ai numeri 3667532370 e 3338854533). Per tutta la durata della manifestazione, nella località scelta per la cerimonia saranno in funzione gli stand di Campagna Amica della Coldiretti e quelli di alcuni piccoli imprenditori agricoli locali, in particolare di Trevi e Vallepietra, che offriranno ai visitatori paste e prodotti da forno a base di grani antichi reintrodotti a coltivazione, legumi della tradizione e manifatture tipiche dell’artigianato locale. Ci sarà anche una postazione del Parco dei Simbruini che distribuirà materiale informativo ai turisti interessati a conoscere la bellezza della natura e dei luoghi che affascinarono anche papa Giovanni Paolo Secondo. Ad accogliere i visitatori che arriveranno sulle sponde del fiume Aniene per assistere alla posa del presepe saranno i canti e le sinfonie di un coro e della banda musicale. La scelta di tenere la cerimonia a Trevi nasce dalla volontà di rinsaldare il legame che unisce le comunità di Guarcino, Trevi e Vallepietra ai soci della Compagnia de L’Impegno di Frosinone che partecipano al pellegrinaggio alla Santissima Trinità e che il prossimo giugno partiranno per il terzo anno consecutivo, ma anche nell’ottica del rapporto di collaborazione avviato tra l’associazione e l’amministrazione comunale di Trevi sfociato la scorsa settimana nel convegno, organizzato al castello Caetani, sullo sviluppo dell’agricoltura sociale.