Il peperone dop di Pontecorvo piace ai broker internazionali che avviano incontri mirati con le aziende. Un successo iniziato da Bruxelles dove sono stati accesi i riflettori sull'importante ortaggio della città fluviale. Tra le aziende che hanno partecipato all'appuntamento europeo c'era anche Peperdop, impresa di Pontecorvo guidata dalla famiglia Natoni e conosciuta per le decine di declinazioni nelle quali propone il peperone cornetto. Il successo è stato tale che un importante broker internazionale si è interessato a queste produzioni.
E così nei prossimi giorni si terrà un incontro, proprio a Pontecorvo, tra l'intermediario di mercato, le aziende del consorzio (tra le quali Peperdop), e due chef ciociari, conosciuti in tutta la Penisola, Felice Santodonato e Antonio Pecchia, che hanno più volte inserito il peperone dop tra gli ingredienti delle loro ricette. Orgoglioso di questa opportunità Claudio Natoni,  fondatore di Peperdop, reduce da un'esperienza televisiva su Alice Tv: «Finalmente abbiamo la possibilità di far conoscere la nostra eccellenza a un pubblico di consumatori più vasto, mi auguro che anche da parte di altre aziende pontecorvesi ci sia la disponibilità verso il lancio del nostro prodotto oltre i confini finora raggiunti».